Grottammare - Marina 0-0

ManoniSolitarioet0798

Grottammare, 14.1.2018

GROTTAMMARE-MARINA 0-0

Grottammare: Pirozzi, Valentini, Vallorani, De Cesare, Vespasiani, Carminucci, Cameli (78’ Palladini), Traini (61’ De Panicis), Paregiani (74’ Ludovisi), Iovannisci, D’Angelo. All. Manoni (squalificato, in panchina Mariotti)

Marina: Giovagnoli, Paci, Droghini, Ribichini, Marini, Boinega, Gregorini (37’ Gagliardi), Maiorano, Gabrielloni (73’ Bresciani), Ripanti, Pellonara (73’ Gioacchini). All. Malavenda

Arbitro: Gregori di Pesaro

Ammoniti: 77’ Cameli (G); 92’ Droghini (M)
Spettatori: 150 circa – Calci d’angolo: 3-3

Recuperi: 1 minuto nel p.t.; 2 minuti nel s.t.

Lo scialbo 0-0 del “Pirani” di Grottammare è il degno risultato di una partita brutta giocata tra i padroni di casa ed il Marina, quest’ultima ancora alla ricerca della vittoria da ben otto giornate. Entrambe le squadre si sono presentate in campo con alcune defezioni importanti: agli ospiti mancavano Noviello e Santini squalificati, il capitano Savelli infortunato ed il giovane Gioacchini, il quale – non al meglio – si è accomodato in panchina per giocare uno scampolo di partita verso la fine; gli uomini di Manoni erano invece privi del portiere Beni (ha scontato il secondo turno di squalifica), del lungodegente Di Antonio, di Orsini e De Panicis (reduci da infortuni per fortuna non gravi subiti in quel di Montegiorgio) e di bomber Ludovisi – assente anche sette giorni fa in casa della capolista – che in settimana non si è mai allenato a causa dell’influenza (il cobra di Velletri ed il talentino di casa sono poi entrati nel corso della ripresa per cercare di scardinare – senza successo – l’ermetica difesa del Marina); rientravano invece dai turni di stop disciplinare Valentini e Iovannisci. Dopo il bel pareggio di Montegiorgio (che grida ancora vendetta per le due clamorose occasioni sciupate nel finale da De Panicis e Paregiani), dal Grottammare onestamente si sperava qualcosa in più, ma una squadra tecnica qual è quella di Manoni evidentemente soffre molto un campo che domenica dopo domenica peggiora il suo stato di salute. Insomma, se vogliamo veder giocare bene i biancocelesti del presidente Merli, bisogna cominciare a seguire la squadra fuori dalle mura amiche. Il Marina, dal canto suo, è venuto a Grottammare con l’intento di portare a casa un punto e alla fine è stato premiato: ben messi in campo da mister Malavenda, in difesa hanno concesso davvero poco agli avanti grottammaresi e con Ripanti in cabina di regia (davvero un bel giocatore, tutte le manovre dei biancoazzurri ospiti passavano da lui, ma forse ha goduto di troppa libertà di movimento) hanno cercato ogni tanto di pungere. E per poco non ci scappava il colpaccio a circa dieci minuti dalla fine quando il portiere Pirozzi, nel calciare una punizione all’interno dell’area, sbagliava clamorosamente il passaggio a Vallorani mettendo la palla sui piedi di Bresciani, il quale – forse colpito da cotanto regalo – non riusciva a dare al pallone la giusta forza nel tiro a porta libera permettendo al numero uno di casa di rientrare e riparare al danno. Ad onor del vero, al Grottammare è stata annullata una rete al giovane Paregiani per un offside molto ma molto dubbio e sul finire a Ludovisi è capitata una palla che di solito non sbaglia ma un falso rimbalzo sul terreno gli ha fatto “ciabattare” il tiro.

Passiamo alla scarna cronaca: dopo un tiro dalla distanza al 7’ di Gabrielloni terminato abbondantemente fuori, al 17’ Iovannisci calcia direttamente in porta un calcio d’angolo che mette in difficoltà il portiere Giovagnoli nella respinta. Due minuti dopo Maiorano recupera un pallone appena fuori area ma il suo tiro è centrale e Pirozzi para senza problemi. Al 20’ una bella combinazione sulla sinistra tra D’Angelo e Vallorani porta quest’ultimo a mettere in mezzo un bel pallone arretrato per l’accorrente Iovannisci il quale, però, “cicca” il pallone che termina a fallo laterale dalla parte opposta. Il primo tempo si chiude con un tiraccio di Cameli che finisce nel campo supplementare. La ripresa comincia con Ribichini che, al 47’, raccoglie una corta respinta poco fuori dell’area di rigore ma il suo tiro è alto; due minuti dopo, dalla parte opposta, Valentini innesca Iovannisci che finalmente riesce a liberarsi del suo diretto avversario, si accentra e piazza il tiro a giro sul palo più lontano, il portiere non ci arriva ma buon per lui il pallone termina fuori di poco. Al 56’ il Marina usufruisce di una punizione centrale dai 25 metri, sulla palla si presenta Ripanti ma il suo tiro è telefonato. Al 67’ c’è il gol annullato descritto all’inizio: in velocità D’Angelo e Iovannisci imbastiscono una bella azione con il folletto sambenedettese che mette al centro un invitante pallone sul quale l’under Paregiani si fionda anticipando il suo marcatore ed insacca ma la sua gioia per la prima rete in campionato viene strozzata in gola dalla bandierina alzata del secondo assistente (il quale, diciamolo onestamente, assieme al suo collega della parte opposta ha sbagliato diverse decisioni inducendo più di una volta l’arbitro Gregori in errore). Dopo questa fiammata la partita si spegne fino all’erroraccio di Pirozzi, al 79’, che regala un facile pallone a Bresciani il quale doveva solo spingerlo in rete; per fortuna del numero uno di casa, il suo tiro è debole e riesce a rientrare in tempo nello specchio della porta per evitare la frittata. L’ultima azione del match si registra all’82’: con una delle sue solite magie, Iovannisci si libera di tre avversari a centrocampo e lancia al bacio Ludovisi che si era smarcato sulla destra: il bomber di casa attende il pallone per colpirlo di collo pieno ma un falso rimbalzo sul pessimo terreno lo costringe a chiudere il passaggio con un piattone che Giovagnoli para facile. Finisce qui una partita dove il pareggio comunque è il risultato più giusto. La prossima giornata il Grottammare andrà (sabato) a Loreto contro una squadra rinfrancata dal successo esterno di Fossombrone che le permette di raggiungere il Porto Sant’Elpidio all’ultimo posto, avvicinando le altre squadre in lotta per la salvezza: sarà dunque una partita da non prendere assolutamente sotto gamba. Il Marina, invece, andrà a far visita alla capolista Montegiorgio cercando di ripetere la bella prestazione dell’incontro di andata quando perse a pochi minuti dalla fine grazie ad una strepitosa rovesciata di Sbarbati, dopo esser passata in vantaggio: che sia la volta buona per tornare alla vittoria che manca da sabato 4 novembre quando fu battuta 3-2 la Biagio Nazzaro?

COMMENTI

Nicolò De Cesare (capitano del Grottammare)

Sono consapevole che oggi sia stata una brutta partita ma su un campo in condizioni non ottimali, più di questo evidentemente non potevamo fare. Sicuramente abbiamo giocato sottotono, alcuni compagni – reduci da infortuni e influenza – non erano al 100%, e con questi presupposti l’importante era non perdere. È stata comunque una partita combattuta, oltretutto giocata contro un Marina che si chiudeva davvero bene, per cui credo che il pareggio sia il risultato più giusto.

Giammarco Malavenda (Marina)

Oggi si è assistito ad una partita bloccata dove era difficile segnare, anche se qualche occasione per entrambe le squadre c’è stata. Credo anch’io che il pareggio sia giusto. Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi perché hanno giocato una grande partita, in un campo difficile e contro una squadra che sta facendo bene e che per me farà iplay-off. Avevamo delle defezioni ma non mi va di parlare degli assenti, voglio solo fare i complimenti a chi ha giocato perché lo ha fatto molto bene.

Michele Rossi

Testo © dell’Autore e dell’Editore
Nella foto © di Enrico Tassotti, un solitario Manoni assiste all’incontro della sua squadra dalla tribuna est del “Pirani”

https://www.tmnotizie.com/scialbo-pareggio-grottammare-marina/

 
You are here Home