Grottammare 2-1 S.M.Servigliano

Il Grottammare vince in Coppa di Eccellenza e passa il turno

TABELLINO

Grottammare Calcio: Palanca, Manni (50’ Sterpi), Orsini, Tassotti, Fiscaletti A. (57’ Silvestri), Fiscaletti S., Mascitti (57’ Haxhiu F.), Alighieri (50’ Cisbani), Pazzi, Haxhiu L., De Panicis (67’ Fuglini). A disposizione: Fatone, Tombolini, Jallow. Allenatore: Massimiliano Zazzetta.

San Marco Servigliano: Funari, Zokou, Marziali, Germani, Ruiz, Ley, Crescenzi, Vipera, Bucci, Cesaretti, Raponi. A disposizione: Vallati, Paolucci, LLanaj, Barchetta, Staffolani, Frinconi, Achiq, Valdes.
Allenatore: Gentili Simone.

Marcatori: 17’ Pazzi (G), 20’ Crescenzi (S), 47’ Pazzi (G). 

CRONACA

Una doppietta da centravanti purosangue di Cristian Pazzi regala la qualificazione in Coppa al Grottammare. Contro un ottimo San Marco Servigliano, che ha dato battaglia per 90 minuti, il protagonista assoluto è il numero 9 e attuale responsabile del settore giovanile del Grottammare con due gol da rapace dell’area di rigore.

 Nel primo tempo Pazzi scatta sul filo del fuorigioco e fulmina il portiere avversario con un diagonale mancino. Il San Marco Servigliano sigla il pareggio con un gran tiro da fuori di Daniele Crescenzi, ma a inizio ripresa ancora Pazzi è nel posto giusto al momento giusto e trasforma in gol la punizione di Lorjan Haxhiu.

Nel finale è forcing del San Marco Servigliano ma Palanca chiude la saracinesca e il Grottammare ottiene una preziosa vittoria. La squadra di Zazzetta si qualifica così alla fase successiva della Coppa di Eccellenza in virtù del primo posto nel mini girone con Sangiustese e San Marco Servigliano.

DICHIARAZIONI

PAZZI: Il calcio mi ha regalato un’altra emozione. Dal Covid avevo smesso di giocare, in settimana però sono successe alcune cose per cui il mister mi ha chiesto di dargli una mano. Non mi allenavo da un anno e mezzo, ma poi il calcio ti dà un regalo di questo tipo e senza correre ti sbatte la palla due volte e ti permette di fare doppietta.

Oggi il mio contributo era quello di far riposare gli attaccanti. I ragazzi sono stati bravi perché hanno retto nonostante con me giocassero con uno in meno: è una vittoria importante, una spinta in più perché permette alla squadra di vivere serenamente i prossimi giorni e preparare al meglio la partita di campionato.

ZAZZETTA: Una partita difficile, spigolosa come tutte le gare di Eccellenza. Faccio i complimenti all’avversario, che già con la Sangiustese aveva ottenuto un buon pareggio. Voglio ringraziare Cristian Pazzi per aver dato la disponibilità a tornare in campo perché davanti avevamo diversi infortunati e acciaccati. La vittoria ci insegna che questo tipo di partite si possono portare a casa con sacrificio, umiltà, non vergognandosi di buttare qualche pallone. Speriamo di continuare su questa strada.