Porto D’Ascoli – Grottammare 0-0

PORTO D’ASCOLI: Testa, Traini(56’ Orsini), Pasqualini, Evangelisti(79’ Vannicola), Passalacqua, Sensi, Petrini, Rossi, Mattioli, Napolano(68’ Cinaglia), Battista. A disposizione: Cannella, Partemi, Voltattorni, Abbaticchio, Schiavi, Shiba. Allenatore Domenico Zappalà.

S.S.D. GROTTAMMARE CALCIO 1899: Palanca, Fuglini, Piunti, Haxhiu, Cangiano (65’ Iovannisci), Mallus, Cisbani(72’ Tanzi), Alighieri, Galli(88’ Franchi), De Panicis(72’ Jallow), Traini. A disposizione: Finori, Malavolta, Paniconi, Bakary, Amadio. Allenatore Massimiliano Zazzetta.

Arbitro Di Carlo di Pescara. Ass. Viglietta di Macerata e Traini di Ascoli Piceno
Ammoniti: Sensi(P), Rossi(P), Mallus(G)
Angoli: 13-3
Recupero: 2°T 5 min.

Secondo pareggio consecutivo per i ragazzi di Massimiliano Zazzetta. Buona prova contro una squadra candidata alla vittoria finale del campionato. Galli e compagni tengono bene il campo per tutta la partita e concedono poco. La posta in palio è importante e il primo tempo del derby si delinea di studio e tattico. Al 9’ il Grottammare preme sull’acceleratore e Haxhiu su punizione cerca le torri biancocelesti presenti in area avversaria ma la difesa di Zappalà è brava a respingere. All’11’ ottimo scambio tra Galli e Cisbani con il classe 2003 che tenta il tiro ma Testa è bravo a bloccare in due tempi. Squillo del Porto D’Ascoli al 14’ con Napolano che calcia a rete da 25 metri ma Palanca è bravo a deviare in angolo. Al 27’ il Porto D’Ascoli impensierisce la difesa di Zazzetta con Napolano che si apre un varco tra le maglie biancocelesti e serve Traini in area ma Palanca esce ed evita il pericolo. Nella ripresa Battista elude la marcatura avversaria ed entra in area, serve un pallone in mezzo con Palanca battuto ma né Mattioli né Petrini colpiscono il pallone. All’82’ punizione per il Porto D’Ascoli, batte Battista che calcia a porta ma Palanca devia in angolo. Finisce a reti inviolate il derby tra Porto D’Ascoli e Grottammare. La quarta giornata del Campionato di Eccellenza prevede al “Pirani” lo scontro con la Jesina.